BSMT_logo

More than a basement   

Home / Passa dal Bsmt

IL SANREMO-GATE DEL 1996

Quando il nome degli @elioelst comparve nella lista dei cantanti in gara al Festival di Sanremo del 1996 di Pippo Baudo, erano tutti certi che la loro partecipazione sarebbe stata indimenticabile. E così fu.
Nonostante l’entusiasmo suscitato con la “La terra dei cachi” e le innumerevoli gag surreali regalate, il primo posto quell’anno fu assegnato a Ron e Tosca con “Vorrei incontrarti fra cent’anni”.
Questo scatenò non poche polemiche sull’esito della gara e sulle presunte influenze esterne nel verdetto del festival.

Innanzitutto, furono in molti a contestare la vittoria di Ron per la palese somiglianza della sua canzone con noti versi shakespeariani. Alcuni sospettarono addirittura che anche Pippo Baudo potesse aver influenzato l’esito del concorso, favorendo la vittoria di Ron e remando contro una band dissacrante come gli Elio e le Storie tese.
La situazione divenne ancora più controversa quando venne analizzata la previsione di Enzino Iacchetti, durante la puntata di Striscia la notizia andata trasmessa prima della finale.
Il conduttore, infatti, annunciava la produzione di un improbabile film con nomi apparentemente casuali che nascondevano un messaggio cifrato: “Rosalino vince”, riferimento diretto al nome di battesimo di Ron.

A confermare i sospetti fu l’inchiesta sulla procedura di calcolo dei voti avviata dal pubblico ministero milanese Giovanna Ichino. Furono interrogati artisti del cast come Giorgia, Ivana Spagna, Michele Zarrillo e lo stesso Elio, il quale ha dichiarato al BSMT di aver ricevuto la conferma dagli investigatori del primo posto in classifica degli Elio e le Storie tese. L’analisi dei punteggi, infatti, portò alla luce errori materiali e voti non conteggiati, tra cui quelli provenienti dalla sede Rai di Bolzano. Si tratta di accuse più volte smentite dall’agenzia che curava le giurie demoscopiche ma che hanno gettato un’ombra importante sulla competizione. E, anche se nessuna accusa fu mossa contro i vertici del servizio pubblico e l’inchiesta venne rapidamente archiviata, su questo caso non è stata mai fatta luce, anzi. A distanza di anni si è scoperto che anche a Giorgia, 3ª classificata, fu detto di aver vinto.

Condividi